Archive for the ‘Riviste in rete’ Category

“Sul romanzo”, 6 luglio 2010

15 luglio 2010

Dopo aver letto questo libro, vi prenderà un desiderio irrefrenabile di citofonare a casa dell’autore.

Leggi qui tutta la recensione di Chiara Dell’Acqua apparsa in Sul romanzo.

“Pupi di zuccaro”, 30 giugno 2010

30 giugno 2010

[…] Appena metti a leggerlo, questo sembra un libro da niente: molto piacevole, per carità, ma niente di che. Dopo che lo finisci, però, dopo numerose risate, ti resta addosso qualcosa. Con la sua scrittura minimale, il suo gusto per i toni smorzati, i siparietti surreali, le ellissi e il non-detto, Giulio Mozzi riesce a raccontare un mondo. Un’atmosfera, una condizione di vita. Proprio come fanno i grandi scrittori. […]

Leggi qui tutta la recensione di Nino Fricano apparsa in Pupi di zuccaro.

“Tuononews”, 21 aprile 2010

21 aprile 2010

di Romano Augusto Fiocchi

Mozzi è nato a pochi chilometri da Padova e vive a Padova. Ma abita anche nel web. Anch’io, infatti, non l’ho conosciuto di persona ma via Internet. Avrei potuto incontrarlo e stringergli la mano a Torino, lo scorso anno, in occasione della Fiera del Libro. Giulio Mozzi mi aveva prontamente rilasciato il suo numero di cellulare. Ma impegni miei e suoi non hanno fatto coincidere le nostre presenze.

Continua a leggere l’articolo in Tuononews
.

BookAvenue, 9 dicembre 2009

10 dicembre 2009

Clicca sul testo per leggere tutto l'articolo.

Ezio Tarantino, 6 novembre 2009

6 novembre 2009

[…] La credibilità (dichiarata nel sottotitolo della raccolta, che recita: e altre storie credibili) non è una banale concessione alle aspettative dei lettori, […] ma la chiave per intercettare il rapporto fra scrittura e finzione, tra vita e letteratura. […]

Qui (e anche qui).

“Bacco & tabacco”, 22 ottobre 2009

22 ottobre 2009

Giulio Mozzi rivela una verve comica travolgente.

Qui.

“Padova24ore”, 21 ottobre 2009

21 ottobre 2009

“Il suo peggior difetto?.
“Sono permaloso”.

Lorenza Toson intervista Giulio Mozzi, qui.

“Fare Futuro web magazine”, 19 ottobre 2009

19 ottobre 2009

[…] un bel libro, non un capolavoro certo, ma 265 pagine che non passano invano […]

Qui.

“Jujol”, 18 ottobre 2009

18 ottobre 2009

Scrittura finalizzata all’abbrutimento della lingua italiana.

Articolo di Giuseppe Iannozzi, qui.

“Bottega di lettura”, 17 ottobre 2009

17 ottobre 2009

[…] Questo libro è un felice esempio di un’avventura vissuta a metà tra la rete e la carta. Il libro è inedito, ma senza che Giulio mi avesse inviato le bozze, conosco tutti i racconti del libro(c’è solo qualche piccola differenza, un editing molto conservativo e qualche titolo variato), perfino le considerazioni finali che Giulio aveva pubblicato on- line alcuni giorni prima che uscisse il libro. E’ per me un’esperienza senza precedenti. Scrivere questo commento è un aspetto piacevole di questa esperienza. E leggere il libro è stato come ricordare questi anni: ogni pagina è un periodo per me diverso, una data diversa, un segnalibro della mia esistenza. Alcune volte, insieme con Cletus, ci siamo divertiti a prolungare i post di Giulio, immaginandoci finali grotteschi, paradossali, forse di dubbia riuscita, ma che importa? Per noi è stato un gran divertimento. […]

L’articolo di Toni La Malfa è qui.